mal di schiene

17 febbraio, 2010 |  by  |  Senza categoria

Lo yoga è recidere il cordone ombelicale con la sofferenza.
Alzi la mano chi, praticando, non ha mai avuto un momento in cui il corpo era così dolente da volere che la lezione finisse prima possibile.
Nessuno si fa avanti?
Già, quella frase non sempre sembra vera…
Eppure quando pratichi Anusara con John, l’intero corpo gioisce, e ti ritrovi in chissà quale posizione senza la minima fatica.
Con lui l’impossibile diventa possibile (quando verrà questa estate a Bologna ci saranno quindi delle possibilità per me di fare un drop back senza schiantarmi al suolo come una mosca spiaccicata da una mano).
Forse non tutti sanno che (notizia da ” settimana enigmistica”) un altro significato di yoga è “separare, dividere”. Discernere, “vairagya”, è la qualità che ci fa distinguere ciò che è reale da ciò che è illusorio (maya), in questo senso lo yoga separa: la realtà dalla finzione, il dolore dalla beatitudine, l’ego dal Sè.
Divertitevi a separare voi stessi dalla sofferenza, divertitevi praticando yoga, se possibile Anusara Yoga!
Namaste
Laura


Leave a Reply