Virabhadrasana (I)

23 febbraio, 2010 |  by  |  Senza categoria

Virabhadra, chi era costui?
per certo sappiamo che era un guerriero (incarnazione di Shiva), e che deve esser stato particolarmente importante se gli hanno dedicato almeno 3 asanas.
Nell’ordine: Virabhadrasana I (un affondo con il busto dritto e le braccia oltre la testa),Virabhadrasana II (una Parsvakonasana senza piegamento, ma con le braccia aperte a sfidare il mondo), e Virabhadrasana III (la rivincita, in equilibrio su una sola gamba si fa l’aereoplano).
Allora, quale domanda mi sceglie, la uno, la duee, o la treee? avrebbe detto il buon vecchio Mike!
Iniziamo dalle basi, dico io e scelgo la uno.
Virabhadrasana I è una mano santa per lo psoas, non solo lo stiracchia a dovere, ma aiuta a riequilibrare la pelvi. Il petto si apre e il coraggio di affrontare la vita spunta fuori come un fungo.
Ho fatto una scoperta! Eureka!
In Virabhadrasana I più stiro la gamba dietro attivando l’ Energia Muscolare (il PUA che si muove lungo la linea delle ossa) più l’articolazione diviene leggera, e quando riporto la gamba in avanti è una piuma e la muovo con facilità.
Sembra ovvio detto così, ma è una vera figata sentirlo!
Il corpo non ha più peso, tutto fluisce liberamente.
Ho scoperto una nuova formula dell’energia, altro che E-MC2!
La formula è +E.O. – Libertà!
Namaste
Laura


Leave a Reply