Archive for dicembre, 2011

Studenti in erba

23 dicembre, 2011 |  by  |  Anusara© Yoga, comunità, foto, sequenze yoga, yoga  |  No Comments

Ed ecco due studenti promettenti! Meravigliosi!

E’ meglio appassionarli da piccoli allo yoga…

Namaste,

Laura

Auguri!

21 dicembre, 2011 |  by  |  Senza categoria  |  No Comments

Tanti Auguri

Ricetta natalizia di Roberta (Slurp)

21 dicembre, 2011 |  by  |  Anusara© Yoga, comunità, ricetta, tantrico, yoga  |  No Comments

 

E sì, continuo a coltivare e praticare l’aspetto tantrico di ritrovare il Divino in ogni cosa.

Su alcune cose mi risulta più facile, in particolare sui dolci…

Per chi desidera unirsi a me in questa celebrazione, ecco  un’altra meravigliosa ricetta di Roberta Quinzi, stavolta in versione natalizia!

Un tocco anglossassone : Gingerbread

 

 

INGREDIENTI per 4 persone

350 gr di farina

150 gr di burro

150 gr di miele

150 gr di zucchero

n.1 uovo

cucchiai:

1\2  polvere chiodi di garofano 

1 di bicarbonato

1\4 di noce moscata

2 di zenzero

2 di cannella

(3 di cacao se vogliamo i biscottini al cacao)

 

PROCEDIMENTO:

Setacciata la farina aggiugo le spezie in polvere , il bicarbonato , lo zucchero ,l’uovo ,il burro a temperatura ambiente e infine il miele .

Impasto velocemente ,ricopro col la pellicola e ripongo l’ impasto per almeno 30 minuti in frigorifero .

Su una spianatoia stendo con il mattarello l’ impasto di 1\2 centimetro e faccio le formine .

Inforno a 200 gr per 10\12 min fino a che i nostri biscottini di pan di zenzero saranno dorati .

 

 

Roberta Quinzi

Food stylist

 

ndo’ vai se chaturanga non ce l’hai

Alzate la mano se siete riusciti a fare Chaturanga (la posizione in cui da tavola piegate i gomiti ed arrivate ad essere un bastone teso, dritto a pochi cm dal suolo) al primo colpo.
Sicuri? Proprio nessuno nessuno?!?
Capisco. Cosa? braccine molli? sedere pesante? addominali deboli?
ok, di scuse ne avete trovate fin troppe…
Adesso basta, bisogna lavorare.
Al muro! Che avete capito: non state per essere giustiziati sull’altare di chaturanga, ma siete in piedi, braccia tese, mani sul muro all’altezza del petto (guardandolo il muro, a meno che non vogliate sembrare “l’esorcista: il Ritorno”).
Partite con ilresto del corpo in Tadasana (le mani abbiamo detto all’altezza del petto, ben aggrappate al muro), piegate i gomiti, tenendo bene il coccige in dentro, e avvicinate il petto al muro, poi distendete di nuovo le braccia spingendovi indietro per ritornare in Tadasana. Mantenete il corpo integrato e dritto.
E adesso festeggiate: avete fatto la vostra prima Chaturanga, congratulazioni!
Non è stato poi così difficile… come dite? Non avevate il peso del corpo tutto sulle mani? eh già questo è il segreto! in questo modo allenate i muscoli a lavorare nello stesso modo ma senza dover sostenere tutto il peso del corpo.
Ora fatela per una decina di volte tutti i giorni, nel giro di 2 settimane sarete in grado di fare una dignitosa Chaturanga anche a terra, garantito!
E soprattutto divertitevi, perché non c’è Surya Namaskar senza Caturanga!
Namaste
Laura